Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

30 ottobre 2010 da Ines Tabusso

Sandro Brusco traduce Nichi Vendola

noiseFromAmerika.org
30 ottobre 2010   
L'intervista di Vendola. Una traduzione.
di Sandro Brusco

Nichi Vendola ha esposto il suo pensiero economico in una intervista al Sole 24 Ore. Sperando di fare cosa gradita ai lettori, offriamo una traduzione intesa a chiarire le posizioni del governatore pugliese e leader in pectore del centro-sinistra.



Nota


Antigua: Farnesina e Mef, mai cancellato debito a isola caraibica
(Asca) - Roma, 29 ott
-
"L'Italia non ha cancellato alcun debito allo Stato di Antigua. Lo precisano in una nota la Farnesina e il ministero dell'Economia dopo l'interpellanza presentata dall'Idv secondo cui il presidente del Consiglio si sarebbe impegnato a cancellare il 95% del debito dell'isola caraibica. La stessa affermazione era stata fatta nel corso della trasmissione Report.
''Dal 2001 ad oggi l' Italia ha concluso 54 Accordi bilaterali di cancellazione del debito con Paesi caratterizzati da condizioni di grave poverta', in particolare dell' Africa e dell' America Latina - che hanno rispettato i criteri previsti per i Paesi HIPC (Heavily Indebted Poor Countries). Tra questi 54 Paesi - spiega la nota - non figura Antigua''.
Nel comunicato si ricorda anche che ''Antigua ha firmato lo scorso settembre un'intesa multilaterale di ristrutturazione debitoria nel quadro del Club di Parigi, il gruppo informale che riunisce i maggiori creditori a livello internazionale, fra cui l' Italia. Il nostro Paese non ha sottoscritto l'intesa, non essendovi alcun credito dello Stato italiano nei confronti di Antigua.
Un accordo transattivo con Antigua - conclude la nota - e' stato, invece, siglato nel dicembre 2004 da SACE, che vantava un credito nei confronti di quel Paese, e soltanto a favore e garanzia delle imprese italiane assicurate da Sace''".
Fine dell'agenzia.


Coda

Meglio aggiungere un dettaglio non insignificante: SACE e' controllata al 100% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.
SACE (Servizi Assicurativi del Commercio Estero )  è una Agenzia di Credito all'Esportazione, ed assume in assicurazione e/o in riassicurazione i rischi a cui sono esposte le aziende italiane nelle loro transazioni internazionali e negli investimenti all'estero.


La relazione

A pagina 39 dell'Annual Report 2004 di SACE, in alto a sinistra si legge:
"…La gestione attiva del portafoglio crediti mira a generare il massimo valore economico per l'azienda. Su tale portafoglio Sace e' intervenuta [...] - a livello di crediti incagliati, ricercando accordi transattivi con le controparti, anche avvalendosi della collaborazione di soggetti specializzati nella valutazione e acquisto del cosiddetto distressed debt. Nel 2004 è stato raggiunto un accordo transattivo in questo senso con Antigua per 14 milioni di euro relativo a crediti rimasti inesigibili per oltre 15 anni…"


La conferma

L'onorevole Baldwin Spencer, Primo Ministro di Antigua e Barbuda, nel suo messaggio alla Nazione del 5 gennaio 2005, aveva il piacere di annunciare che il ministro delle Finanze e dell'Economia, l'onorevole dottor Errol Cort, era ritornato da Roma alla vigilia di Natale con la conferma ufficiale di una consistente riduzione del debito, un accordo per centinaia di milioni di dollari. Lo stesso Dottor Cort - aggiungeva Spencer - entro qualche giorno, avrebbe fornito ulteriori dettagli su questi importanti sviluppi.
Nel viaggio a Roma, il ministro delle Finanze era accompagnato dall'onorevole Aziz Hadeed, che aveva giocato un ruolo chiave nei negoziati per la riduzione del debito verso l'Italia per il  Royal Antiguan Hotel.


La protesta

Caribarena Antigua
5 agosto 2009
Lettere al Direttore
scrive l'avvocato Hugh C Marshall

"…battendo la grancassa il regime dell'UPP [United Progressive Party, attualmente al governo, ndt] annunciava che l'allora ministro dell'Economia e delle Finanze, Errol Court, con l'allora sottosegretario del Primo Ministro, Aziz Hadeed, sarebbe andato in Italia a rinegoziare il debito relativo alla costruzione del Royal Antiguan Hotel.
Fino ad oggi Cort ha sempre rifiutato di spiegare ai cittadini di Antigua e Barbuda quali siano stati i termini e le condizioni di quella rinegoziazione. Ha detto che non può svelarli. Perché'? Che cos'e' che va tenuto nascosto ai cittadini a proposito di una rinegoziazione che si suppone sia stata condotta per loro conto?
A meno che, naturalmente, non si sia convenuto di far comprare a qualche personaggio misterioso parte del debito e l'UPP abbia qualcosa da nascondere.
Tuttora il popolo di Antigua e Barbuda non sa se nei registri statali esista ancora oppure no un debito riconducibile al Royal Antiguan Hotel…"


Il Sole 24 Ore
30 ottobre2010
Quel debito di Antigua estinto dalla SACE con il 90% di sconto
Morya Longo



Pubblicato il 30/10/2010 alle 22.44 nella rubrica Rassegna stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web