Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

La legge (e il progetto) del Governo Prodi sulle intercettazioni telefoniche.

Foto di marvi 80 flickr.comLa legislatura appena conclusa ha dedicato due iniziative legislative alla disciplina delle intercettazioni telefoniche. Il 22 settembre 2006 è stato emanato il decreto legge  n. 259 "Disposizioni urgenti per il riordino della normativa in tema di intercettazioni telefoniche", poi convertito in legge n. 281 il 20 novembre 2006 con alcune modifiche. Il provvedimento disciplina l'utilizzo e la pubblicazione delle sole intercettazioni "illegalmente" acquisite e ne prevede la distruzione.
Leggi Signori della Corte  del 6 dicembre 2007 sull'illegittimità della distruzione delle intercettazioni "casuali" dei parlamentari prevista dalla Legge n. 140/2003.


Si è invece fermato all'esame della Commissione giustizia del Senato il Disegno di legge n. 1512/S (ex n. 1638/C) approvato dal Governo il 4 agosto 2006   "Disposizioni in materia di intercettazioni telefoniche e ambientali e di pubblicità degli atti di indagine". Si trattava di un provvedimento che modificava il codice penale, il codice di procedura penale e il Dlgs 196/2003 in materia di protezione dei dati personali, ampliando moltissimo il segreto sugli atti di indagine e le intercettazioni e, di fatto,  limitando fortemente la pubblicazione di entrambi.
Leggi il testo del disegno di legge sulle intercettazioni presentato dall'ex ministro della giustizia Clemente Mastella.

Pubblicato il 28/3/2008 alle 14.48 nella rubrica Signori della corte I.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web