Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

Inciucio eterno

Foto di davidcrawford da flickr.comHo fatto un sogno. Anzi ho avuto un incubo: elezioni anticipate del 2009, gli italiani vanno al voto col "nuovo" sistema proporzionale approvato dopo un anno di estenuanti trattative tra il leader del Partito del Popolo, cavalier Silvio Berlusconi, e quello del Partito Democratico, il primo cittadino Walter Veltroni.

Dalle urne le due formazioni politiche escono fortissime, spartendosi equamente il 70 per cento dei consensi. In parlamento deputati e senatori, non eletti, ma scelti dai rispettivi segretari (nessuno ha voluto reintrodurre il sistema delle preferenze), danno la fiducia a un governo di centrosinistra Veltroni (sinistra), Berlusconi (centro). Un esecutivo destinato ad essere confermato nelle successive quattro legislature.

Poi mi sono svegliato e leggendo i giornali ho scoperto che il centrodestra si è spaccato: Berlusconi, Fini, Casini, vanno ciascuno per la loro strada. Solo che gli ultimi due lo facevano già da un pezzo. L'unica novità è che adesso anche Berlusconi si dice disposto a discutere una riforma elettorale.

Mi sa che mi rimetto a dormire. Fate trillare la sveglia tra 25 anni.

Pubblicato il 20/11/2007 alle 16.23 nella rubrica Peter Gomez.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web