.
Annunci online

abbonamento
5
commenti


Quele

repubblica.it
27 giugno 2010
…In serata, raggiunto al telefono dal Tg3, il ministro [Brancher] non ha saputo indicare in modo chiaro quali sono le deleghe affidategli dal presidente del Consiglio. "Sono quelle scritte, quelle scritte...sono sulla Gazzetta ufficiale...però non sono state ancora pubblicate...". Insomma, nessuna chiarezza sui compiti di un ministero che non solo all'opposizione, ma anche ad ampi settori della maggioranza, pare senza ragione d'essere. Nella stessa intervista anche la frase: "L'Italia perde i Mondiali e se la prende con me...mi ritengo una persona equilibrata e onesta di buon senso che ha sempre lavorato e continua a lavorare".

l'audio dell'intervista al Tg3

il testo dell'intervista al Tg3



www.governo.it
18 Giugno 2010
La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:
il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, alle ore 12,30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente, Silvio Berlusconi.
Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Gianni Letta.
Il Presidente Berlusconi ha annunciato al Consiglio di voler proporre al capo dello Stato la nomina a Ministro senza portafoglio dell’onorevole dottor Aldo BRANCHER, già Sottosegretario alla semplificazione normativa. Dopo l’esame dei provvedimenti all’ordine del giorno, il Consiglio si è interrotto alle ore 13,05. Il Presidente Berlusconi, il Sottosegretario Letta e l’onorevole Brancher si sono quindi recati al Quirinale, dove il neonominato Ministro ha giurato innanzi al Capo dello Stato.
Ripresi i lavori alle 13,50, il Presidente Berlusconi ha informato il Consiglio delle sue intenzioni di conferire al neoministro Brancher la delega per tutti gli adempimenti relativi alla pratica e concreta attuazione del Federalismo amministrativo e fiscale. il Consiglio ha condiviso l’iniziativa e gli ha espresso le più vive felicitazione ed auguri.
Documenti correlati
Provvedimenti     DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI: Conferimento dell'incarico e delega di funzioni al Ministro per la sussidiarietà e il decentramento on. Aldo BRANCHER.

Fonte: Guritel - Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Telematica
Editore: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato SpA
Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n.  144  del  23-6-2010
Sommario
DECRETI PRESIDENZIALI
pag.19
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 giugno 2010
Nomina a Ministro senza portafoglio dell'on. Aldo BRANCHER. (10A07889)


La Stampa
28 giugno 2010
Brancher, un passo indietro necessario per tutelare il Cavaliere
Se si rinviasse alla Consulta potrebbe essere bocciato
Antonella Rampino


la Repubblica
28 giugno 2010
Il ministro impresentabile
di Francesco Merlo


Il Tempo
28 giugno 2010
L'azzardo e la durezza su Brancher
di Davide Giacalone



Sapeva, non sapeva...

Gianfranco Fini, Pdl, presidente della Camera, dopo la nota del Quirinale su Brancher, Il Messaggero, 26 giugno 2010:
«I fatti parlano da soli, altro non si può aggiungere. E il bello è che non se sapeva nulla neppure Bossi»

Corriere della Sera
28 giugno 2010   
Calderoli: Bossi sapeva tutto
Festa prima del giuramento
«Giusta la rinuncia allo scudo, mi ha ascoltato»
Alessandro Trocino

Roberto Calderoli fa il punto sull’intricato caso Brancher giunto, forse, all’epilogo...
Per qualcuno Bossi è stato scavalcato, se non peggio.
«No, da tempo si lavorava a far diventare ministro Brancher. Per Bossi l’opzione principale era Aldo alle Politiche agricole e Galan allo Sviluppo economico. Ma questa ipotesi non si è realizzata per problemi di equilibri interni al Pdl. A quel punto si è parlato di un ministro senza portafoglio».
Insomma, Brancher ministro a tutti i costi?
«Si voleva dare un riconoscimento al suo importante ruolo. Non si sono verificate le condizioni per l’Agricoltura, ma c’erano altri vuoti da riempire».
E qui comincia il giallo delle deleghe.
«Qualcuno ha commesso un errore».
Qualcuno chi?
«Non credo in malafede, ma la delega decisa era sul federalismo amministrativo ex articolo 118. Omettendo, per ignoranza, l’ultima parola, è sembrato che parte delle deleghe siano state sottratte a Bossi e non al ministro Fitto».
Fitto, forse, non è rimasto contento di questi movimenti.
«Quindici giorni fa gli è stata data una delega importante sul piano per il Mezzogiorno, fondi Fas e contributi europei. Anche dopo un confronto con lui, sono state scritte le deleghe».
Il decreto con le deleghe, però, non è ancora uscito in Gazzetta. Come mai?
«Non chiedetelo a me, spetta a Palazzo Chigi. Comunque passa sempre almeno un mese di regola dopo il giuramento: è successo a me, a Bossi e a molti altri. Non vedo il problema».
Bossi era a conoscenza delle deleghe?
«Certo che lo sapeva. La sera prima del giuramento abbiamo cenato insieme, presenti anche Tremonti e Brancher, all’Aeroclub di Roma. In quell’occasione abbiamo festeggiato anche il nuovo ministro».

(...)
Come valuta il comportamento del Quirinale e la nota sul legittimo impedimento?
«Fermo restando che le parole del presidente non si commentano, ha ragione Bossi: Brancher ha fatto una cosa poco furba. Per questo da parte del Colle c’è stato un legittimo risentimento».
Il danno d'immagine al Il governo è grande. Ci sono andare le condizioni per avanti?

«Se regge l’asse Berlusconi-Bossi si va avanti due o trecento anni».
Manca ancora all’appello il ministro allo Sviluppo economico.
«Sì, l’ho sollecitato più volte a Berlusconi. Noi preferivamo Galan, ma ora credo che il miglior ministro possibile sarebbe Berlusconi in persona. Se decide di farlo, però, non dovrebbe farlo pro tempore ma assumersi l’incarico in pieno».
...

sfoglia maggio        luglio
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0309467999995832]>